News

Verso Samb-Arezzo: i precedenti in casa rossoblù

di Luigi Tommolini

L’Arezzo torna al “Riviera” dopo tredici anni.

Sono 20 i precedenti in casa rossoblù, diciassette in campionato (7 in serie B, 10 in serie C, compreso un match poi annullato), due in Coppa Italia maggiore (entrambi vinti dalla Samb) e uno in Coppa Italia di serie C, 0-0.

I primi quattordici incontri si sono giocati al “Ballarin” (due in Coppa), gli ultimi sei al “Riviera” (uno in Coppa).

Il bilancio complessivo è di dodici vittorie della Samb (una nella sfida poi annullata e due in Coppa), sette pareggi (uno in Coppa) e una vittoria degli amaranto, in serie B.

Il primo scontro, in serie C, datato 31 marzo 1940 vede il rotondo 4-0 dei rossoblù di Antonio Moretti sull’Arezzo di Luigi Cevenini (detto Zizì).

Negli undici anni successivi, a cavallo del secondo conflitto mondiale, seguono altre tre vittorie della Samb interrotte dallo 0-0 del 22 gennaio 1950.

I rossoblù di Alberto Eliani non vanno oltre il pari, 1-1, il 14 aprile 1968 (Peronace a tre minuti dal 90° firma il pari) come anche quelli di Mari, 1-1 il 2 febbraio 1969, che passano in vantaggio alla mezzora del primo tempo con Sestili.

Stesso risultato per la “SamBergamasco” il 20 aprile 1975 nel primo scontro in serie B. Tutto accade a dieci minuti dalla fine: l’aretino Di Prete supera il portiere Silvano Martina al 35°; cinque minuti dopo Mario Marini, subentrato a Primo Pasquali pochi minuti prima, viene atterrato in area. Alberto Picasso di Chiavari indica il dischetto del rigore bomber Chimenti “fulmina” Ferretti.

Dal 1980/81 per quattro incontri è sempre 2-0 per i rossoblù. Il 12 ottobre 1980, in C1, Walter Zenga nel primo tempo para tutti gli assalti dei toscani poi nella ripresa le reti di Walter Santo Perrotta e Ruggiero Corvasce fanno gioire la Samb di Nedo Sonetti.

Di nuovo il tecnico toscano, il 20 marzo 1983 in B, guida la Samb ad una facile vittoria: Massimo Silva dopo appena un minuto sblocca il risultato, Alberto Minoia raddoppia alla mezzora del primo tempo.

Il 21 aprile 1984 Giuliano Fiorini nel primo tempo e Paolo Faccini nel secondo firmano il successo della Samb del compianto Roberto Clagluna sull’Arezzo di Angelillo.

Il 2 giugno 1985, ultimo scontro al “Ballarin”, i rossoblù di “Sor Guido Mazzetti” vincono una gara fondamentale per la salvezza grazie alle reti di Vanni Moscon al 4° minuto e di Danilo Ferrari su calcio di rigore tre minuti dopo.

Il primo precedente al “Riviera delle Palme” coincide con l’unica sconfitta della Samb. E’ il 29 marzo 1986 e gli amaranto di mister Enzo Riccomini superano di misura la Samb del compianto Giampiero Vitali grazie alla rete di Stefano Butti al ventesimo minuto del primo tempo.

Otto mesi più tardi, 16 novembre 1986, i rossoblù di Roberto Clagluna non vanno oltre il pareggio ad “occhiali” 0-0 ma l’anno seguente, l’8 novembre 1987, nell’ultimo scontro in serie B la Samb di Angelo Domenghini fa bottino pieno con le reti di Sandro Salvioni e Ugo Bronzini prima che Massimo De Stefanis realizzasse per i toscani di Bruno Bolchi, 2-1.

Marco Romiti (al 99° gol in carriera) e Giorgio Eritreo, con una rete per tempo, firmano il 4 ottobre 1992 il 2-0 finale. Sullo zero a zero Stefano Visi salva il risultato. Il match verrà annullato per il ritiro dal Campionato degli amaranto.

L’ultimo precedente, il 9 marzo 2008, è un pirotecnico 3-3. Sfortunatissima la Samb di Enrico Piccioni. Due volte in svantaggio i rossoblù sorpassano (3-2) gli amaranto a cinque minuti dal 90°. La beffa si consuma però nell’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero. Per gli aretini realizzano Chianese al 5° del primo tempo (0-1) e al 49° del secondo (3-3) e Martinetti al 30° della ripresa (1-2). Le reti della Samb arrivano tutte nella ripresa. Dopo un vistoso calcio di rigore a favore, non fischiato sullo 0-1 dall’arbitro Tidona di Torino, i rossoblù vanno a segno con Soddimo al 19° (1-1), Palladini di testa al 34° (2-2) e Cia al 39° (3-2).

 

TUTTI I PRECEDENTI IN CASA SAMB

Lascia un commento