News

Verso Samb-Cesena, i precedenti in casa rossoblù

a cura di Luigi Tommolini

Gara povera di reti in casa rossoblù tra Samb e Cesena.

Complessivamente sono 12 i precedenti in terra marchigiana. Dieci in campionato (7 in B, 3 in C) e due in Coppa Italia maggiore.

I primi nove incontri sono stati disputati sul terreno del “Fratelli Ballarin”, gli ultimi tre al “Riviera delle palme”.

Prevale il segno “X”, infatti il bilancio totale è di 3 vittorie rossoblu, 8 pareggi (di cui sette 0-0) e una vittoria romagnola.

Il primo precedente si gioca in serie C oltre 50 anni fa, il 5 febbraio 1967. E’ 0-0 tra la Samb di Giorgio Valentinuzzi e il Cesena di Giuseppe Matassoni. La Samb va vicino al vantaggio con Fernando Scarpa: il portiere bianconero Antonio Annibale respinge. I bianconeri si difendono dagli attacchi rossoblù che però non trovano il gol-vittoria.

Otto mesi più tardi, il 29 ottobre 1967, la Samb di Alberto Eliani vince di misura 1-0. E’ la mezzora della ripresa quando Luigi Peronace alza la sfera per la testa di Marco Capecchi che insacca, nonostante la deviazione poco oltre la linea di porta di Gianni Gennari, estremo difensore ospite.

Il 5 marzo 1978, in serie B, la “SamBergamasco” (la Samb allenata da Marino Bergamasco) impatta con il Cesena di Pippo Marchioro, 1-1. Entrambe le marcature nel primo quarto d’ora del secondo tempo. Samb in vantaggio dopo sei minuti: Nando Bozzi ribatte in rete la palla deviata dal portiere cesenate Adriano Bardin, dopo uno spiovente del rossoblù Francesco Guidolin. Passano otto minuti e i bianconeri pareggiano: angolo di Gabriele Valentini per Giampiero Ceccarelli che indisturbato deposita in rete.

Vittoria in rimonta 2-1 della Samb di Lauro Toneatto il 4 febbraio 1979. In vantaggio i romagnoli con Carlo Petrini al decimo minuto di gioco, i rossoblù hanno l’occasione di pareggiare già tre minuti dopo su calcio di rigore assegnato da Franco Lanzetti di Viterbo per atterramento in area di Pier Luigi Giani. Lo stesso centrocampista rossoblù dagli 11 metri si fa parare il tiro da Graziano Piagnerelli. La Samb ribalta il risultato nella ripresa. Il neo entrato Ruggiero Corvasce scambia di testa per Giancarlo Ceccarelli che fa partire un gran tiro di sinistro che batte l’estremo ospite, 1-1. La rimonta matura a dieci minuti dal termine: l’angolo di “bomber” Chimenti è girato in rete da Nando Bozzi, Samb 2 Cesena 1.

Il 21 ottobre 1979 c’è l’unica sconfitta della Samb in casa contro i romagnoli. Il Cesena di Osvaldo Bagnoli vince 2-1 e per il tecnico rossoblu Pietro Maroso a fine gara c’è l’esonero. Terza sconfitta in casa consecutiva e un solo punto nelle prime sei partite di campionato. Tutte nel secondo tempo le reti: al 12° Cesena in vantaggio con una sfortunata autorete di Sergio Taddei su tiro di Corrado Benedetti. Al 21° Corvasce pareggia i conti realizzando dopo 516 minuti la prima rete stagionale della Samb. Al 35° però è ancora Benedetti a trovarsi tutto solo davanti a Stefano Tacconi e a batterlo con un tiro che s’infila sul “7” alla destra del portiere rossoblù: è questa l’ultima rete cesenate in casa Samb.

Da quella domenica seguono sette scontri, i primi due in Coppa Italia gli altri in campionato. Sei volte l’incontro terminerà 0-0. Nel mezzo c’è una vittoria rossoblu di misura, 1-0 il 2 dicembre 1984, nell’ultimo scontro giocato al “Ballarin”. A decidere le sorti dell’incontro è il gol di Stefano Borgonovo a dodici minuti dal 90°.

Al “Riviera delle Palme” in tutti e tre i precedenti fin qui giocati, Samb e Cesena non sono mai riuscite a segnare. L’ ultimissima gara risale al 22 settembre 2008 in Lega Pro; sulla panca rossoblù siede il sambenedettese Enrico Piccioni.

In programma mercoledì 18 marzo 2020, Samb-Cesena non è stata disputata per Emergenza CoViD-19.

 

TABELLA PRECEDENTI IN CASA SAMB

Lascia un commento