News

Verso Matelica-Samb, i precedenti in trasferta

(di Luigi Tommolini)

Sono tre i precedenti in casa biancorossa, i primi due giocati in serie D allo Stadio Comunale – Centro Sportivo Giovanni Paolo II di Matelica, l’ultimo in serie C sul terreno dell’ “Helvia Recina” di Macerata.

Il bilancio è in perfetto equilibrio: una vittoria rossoblù, un pareggio e una vittoria biancorossa.

Il primo precedente è datato 19 aprile 2015, al termine dell’ultima stagione Moneti-Bucci. In panchina siede Silvio Paolucci. La gara è a due facce. Il primo tempo è tutto a favore dei locali che vanno al riposo in doppio vantaggio, 2-0. Apre le marcature a metà tempo Alex Ambrosini, raddoppia Stefano Mandorino al 43° minuto. Ripresa tutta rossoblù che in centoventi secondi riescono a riequilibrare l’incontro. Al 27° Davide Carteri su assist di Massimo D’Angelo accorcia le distanze. Due minuti dopo Ettore Padovani s’invola sulla sinistra, entra in area e batte Filippo Spitoni sul secondo palo: 2-2.

La stagione seguente, sabato 20 febbraio 2016, la Samb di patron Fedeli e mister Ottavio Palladini vince 3-1 davanti a oltre ottocento tifosi rossoblù. Il primo tempo termina a reti bianche ma la Samb al quarto d’ora sfiora il gol con Lorenzo Sorrentino che di testa manda la sfera a colpire la traversa. Cinque minuti dopo lo stesso attaccante rossoblù è fermato dalla parata di Tommaso Nobile, ora in forza alla Samb. Il secondo tempo si apre con il vantaggio di Mario Titone al secondo minuto di gioco. Al decimo, dopo un’altra occasione sciupata dalla Samb, il Matelica perviene al pareggio con Denis Pesaresi che trasforma un calcio di rigore. E’ quasi la mezzora quando da un contropiede Mario Titone “pesca” sul filo del fuorigioco Lorenzo Sorrentino che sigla il nuovo vantaggio. Al secondo minuto di recupero un rinvio errato di Tommaso Nobile è intercettato da Kevin Candellori che a porta vuota fissa il risultato sul 3-1 per la gioia dei tifosi rossoblù. Cinquanta giorni dopo la Samb festeggerà il ritorno matematico in serie C sette anni dopo i maledetti PlayOut persi contro il Lecco e due fallimenti societari.

Un mese fa, sabato di Pasqua 3 aprile, all’ “Helvia Recina” di Macerata la Samb, imbattuta da cinque partite, viene sconfitta di “rigore”. Al quarto d’ora della ripresa il fallo in area di Goicoechea su Tofanari determina l’assegnazione del Penalty trasformato dal capitano biancorosso De Santis. La Samb potrebbe riequilibrare l’incontro alla mezzora con Maxi Lopez che si guadagna un calcio di rigore. Il tiro debole dell’argentino è facilmente parato da Cardinali.

Lascia un commento